POLIGNANO A MARE

[:it]Il suo nucleo più antico sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare Adriatico. Dal 2008, ha la Bandiera Blu, riconoscimento conferito dalla Foundation for Environmental Education alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto.[:]

Famosa per le Grotte e per il centro storico. Le grotte testimoniano la presenza dell’Uomo, sin dall’epoca pleistocenica o glaciale: a Rípagnola la Grotta dei Ladroni e la Grotta del Guardiano, a Pozzo Vivo la Grotta dei Colombi. Le grotte marine, la Grotta Ardito, la Grotta delle Monache, la Grotta Stampagnata, la Grotta delle Rondinelle,  già con i loro nomi rimandano a memorie e leggende. Molte sono visitabili solo con una indimenticabile gita in barca e alcune arrivano fin sotto il centro abitato e, non di rado, si fondono con le cantine. 

La più famosa è senza dubbio la Grotta Palazzese,un tempo chiamata Grotta di Palazzo, ossia Grotta di proprietà del feudatario.Visitata nei secoli da persone e viaggiatori provenienti da ogni dove, è suggestiva per via del suo ristorante che la rende un posto unico al mondo.

Polignano annovera tra i suoi figli illustri due autentici talenti: Domenico Modugno, che da qui iniziò a VOLARE verso il mondo delle note e Pino Pascali che, con il carattere innovativo della sua ricerca, ha saputo ottenere un MARE di consensi nelle arti visive a livello nazionale e internazionale.  La scogliera si dischiude in calette naturali, tra le quali San Giovanni,San Vito,  dove sorge  l’Abbazia di San Vito  (nel secolo XI) Cala Ponte – il nuovo porto – Cala Paguro, Cala Porto – l’antico approdo della città – Cala Sala (Port’Alga) e Cala Incina, al confine con Monopoli.